Festival / Edizione 2013



Capri, luogo per eccellenza della riflessione colta, spazio dell'immaginazione e della progettazione intellettuale, ideale punto di incontro di intellettuali, creativi, imprenditori e professionisti, torna a riaffermare la propria vocazione ad essere luogo di incubazione di nuovi trend attraverso il Capri Trendwatching Festival che si svolgerà il 3 e il 4 maggio 2013 presso il Teatro del Grand Hotel Quisisana di Capri.
L'evento, promosso dalla Fondazione Capri e a cura della trendwatcher Elena Marinoni, si propone di indagare i contorni del futuro prossimo attraverso dati di ricerca, case history, workshop e open lectures che avranno come protagonisti grandi nomi del panorama nazionale e internazionale quali tra gli altri Zygmunt Bauman, Massimo Banzi (Arduino), Henry Mason ( Trendwatching.com), Alex Giordano, Adam Ardivvson, Andrew Keen. Consulta il programma.
Il focus tematico della terza edizione ("Compro, dunque sono?") è dedicato ad una riflessione sul rapporto tra identità sociale e consumi.
Ci chiederemo come sta evolvendo la figura del consumatore, che si scopre sempre di più un "maker" attivamente coinvolto nella catena di produzione del valore. Per tracciare i contorni di questa rivoluzione ascolteremo Massimo Banzi, assurto a guru del physical computing con il progetto open-source Arduino, così come Henry Mason di Trendwatching.com, il portale leader nel campo dell'analisi dei consumer trends internazionali.
Ci chiederemo inoltre quali sono i negozi del futuro, quali nuovi concept stanno rivoluzionando il settore del retail, quali inedite modalità di relazione tra domanda e offerta si stanno affermando nei luoghi –reali e virtuali- dello shopping internazionale. Esploreremo le tendenze emergenti che si stanno affermando dal punto di vista qualitativo nel mondo del retailing e della shopping experience internazionale: ambiti oggetto di un processo di radicale rinnovamento e di particolare interesse strategico per tutte le industries.
A corollario di questo momento, saranno presentati due case studies emblematici che sono espressione di un approccio progettuale di avanguardia all'ambito retail: il progetto del "Supermercato del futuro" Food Design District per Expo 2015 a cura dello Studio Carlo Ratti e il progetto pilota del nuovo Autogrill Villoresi est a cura di Giulio Ceppi di Total Tool.
Un momento importante della prima giornata del CTWF 2013 sarà infine dedicato alla presentazione di una serie di startup che sono espressione di una imprenditoria giovanile che sta sviluppando dei modelli di business innovativi proprio a partire dall'analisi dei trend: ICoolhunt, Brandon Ferrari, Buzzoole, JSign, Maison Academia, introdotte e moderate da Stefano Perrone (OFF Officine Formative Banca IntesaSanPaolo) in collaborazione con Giovanni DeCaro (Atlante Ventures Mezzogiorno), illustreranno i rispettivi casi confrontandosi tra di loro e con autorevoli esperti.
Un altro tema chiave di questa terza edizione del CTWF 2013 è l'evoluzione del rapporto tra le persone e i brand in questo particolare momento storico in cui l'economia è in crisi, in Italia e nel mondo. Per sopravvivere il sistema deve infatti cambiare radicalmente. Come ci spiegheranno Alex Giordano, Adam Ardivvson e Andrew Keen nel corso dell'incontro Societing Reloaded. Oltre la vertigine digitale per una innovazione sociale, il problema più grande che accomuna individui e imprese non è la scarsità di idee (nella Rete ce n'è in abbondanza) né di proposte concrete (i nuovi sviluppi tecnologici sono rapidissimi) e nemmeno di persone disposte a impegnarsi per un cambiamento concreto. Ciò che manca è un nuovo modello organizzavo: una nuova filosofia d'impresa capace di capitalizzare le risorse e dar loro una nuova direzione.
Le conclusioni della terza edizione del CTWF 2013 saranno affidate a colui che è considerato il massimo sociologo vivente e che ha coniato il termine "modernità liquida": Zygmunt Bauman terrà infatti sabato 4 maggio una lectio magistralis per aiutarci a riflettere sulla relazione intima tra identità sociale e consumi e tra consumi e felicità.

Iscriviti qui per partecipare ai workshop a numero chiuso, è prevista una quota si iscrizione.
Ricordati invece che l'ingresso alle open lecture è gratuito ma il numero posti è limitato.
Per accreditarti e assicurarti un posto in prima fila scrivi a info@capritrendwatchingfestival.com e ti terremo informati sulle novità di questa e delle prossime edizioni del CTWF.
Non mancare, ti aspettiamo!

BLOG ctwflive

TWITTER

facebook